Che cos’è la doppia fatturazione luce e gas

Doppia fatturazione luce e gas

In questo articolo del nostro blog parliamo della doppia fatturazione luce e gas, dei casi in cui si può verificare e di come procedere per chiedere il rimborso.

Pagare le fatture di luce e gas non è una delle cose più piacevoli che facciamo nella vita di tutti i giorni. In questi tempi in cui siamo costretti a passare più tempo in casa i consumi aumentano e ci stiamo accorgendo che le bollette che troviamo nella cassetta delle lettere sono sempre più salate. 

Se già tutto questo non è piacevole, pensiamo al caso in cui siamo oggetto di una doppia fatturazione: il peggiore dei nostri incubi.

Per questo motivo abbiamo deciso di scrivere questo articolo, per spiegarvi che cos’è la doppia fatturazione luce e gas e come agire di conseguenza.

 

Doppia fatturazione luce e gas: quando si verifica

La doppia fatturazione di luce e gas si verifica quando vi vengono recapitate due fatture per una stessa utenza; per essere più chiari, quando ricevete due bollette della luce o del gas.

Come è possibile che si verifichi questa situazione?

 È stato notato un incremento dei casi di doppia fatturazione a seguito dell’approvazione del decreto Bersani che ha liberalizzato il mercato delle forniture energetiche. Da questo momento in poi, si è assistito a una vera e propria moltiplicazione dei fornitori di luce e gas e alla nascita di nuovi operatori energetici che si contendono la clientela a colpi di sconti e offerte vantaggiose.

La doppia fatturazione di luce e gas si realizza quando si cambia operatore e si riceve una bolletta dal vecchio operatore e una dal nuovo operatore.

Non c’è da preoccuparsi, non siete, e non sarete gli unici, a essere vittima di una doppia fatturazione; anzi i casi sono più frequenti di quanto non si pensi. 

La ragione alla base della doppia fatturazione sta in un deficit di comunicazione tra i due operatori: quello nuovo e quello vecchio. 

Il nuovo fornitore, infatti, può dimenticarsi di comunicare a quello vecchio l’interruzione del contratto il quale continua a fatturare come se la fornitura fosse ancora in essere.

 

Cosa fare in caso di doppia fatturazione

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto quando e perché avviene la doppia fatturazione; adesso concentriamo il nostro discorso su quali sono le procedure da seguire in questi casi.

Per prevenire che insorga il problema della doppia fatturazione controllate se nell’ultima bolletta ricevuta dal vecchio operatore c’è la dicitura “bolletta di ultimo consumo” o “periodo ultimo consumo”. Questa annotazione di solito si trova al di sotto della sezione dedicata ai consumi fatturati.

Se non trovi nessuna delle due annotazioni contatta il tuo vecchio fornitore attraverso il servizio clienti dedicato.

Nel caso in cui tu abbia ricevuto una doppia bolletta il modo di procedere è il seguente:

  • Non pagare la bolletta emessa dal vecchio fornitore. Se utilizzi il sistema della domiciliazione bancaria il consiglio che ti diamo è quello di contattare la tua banca e di chiedere che blocchino il pagamento, ovviamente spiegando loro la situazione.
  • In seguito, contatta il vecchio fornitore, sempre attraverso il servizio clienti dedicato e spiega la tua situazione all’operatore. Mentre chiami l’operatore ti consigliamo di avere sottomano una vecchia bolletta: ti chiederanno il codice cliente e altre informazioni presenti sulla fattura.

 

Doppia fatturazione

 

La richiesta di rimborso

Il terzo e ultimo step per risolvere il problema della doppia fatturazione è quello di chiedere il rimborso.

Il procedimento è semplice ed è deciso dall’ Autorità per l’Energia, la quale stabilisce che la richiesta di rettifica deve essere inoltrata al venditore con cui non si ha avuto alcun contratto di fornitura nel periodo di consumo oggetto della bolletta, vale a dire il tuo vecchio fornitore.

La richiesta di rettifica deve essere inviata all’ufficio reclami tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Il testo della raccomandata deve contenere i seguenti dati:

  • Nome;
  • Cognome; 
  • Data e luogo di nascita;
  • Indirizzo; 
  • Codice fiscale/partita IVA;
  • Una descrizione dettagliata della situazione;
  • Numero della bolletta contestata;
  • Periodo di fatturazione;
  • Finalità della segnalazione, ovvero il rimborso.

 

Come avete visto, essere oggetto di una doppia fatturazione è un problema facilmente risolvibile per un’utenza domestica; ma attenzione, quando si parla di utenze aziendali i problemi aumentano

Una buona soluzione è quella di affidare la gestione delle utenze della tua azienda all’Utility Manager: l’esperto di utilities che segue per te tutte le fasi riguardanti la gestione amministrativa e operativa delle tue utilities.

Contattaci per avere maggiori informazioni!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Inizia a risparmiare in bolletta: internet, telefono, luce e gas.
Con FBC Italia le tue fatture sono sempre sotto controllo!