Recesso Contratto Telecom: tutti gli step - FBC Italia

Recesso Contratto Telecom: tutti gli step

Team FBC

Recesso Contratto Telecom, come fare? Tutti i passaggi utili

Hai sottoscritto un contratto Telecom ma hai trovato lavoro in un’altra città e ti devi trasferire? Hai visto un’offerta di un operatore concorrente che pensi si adatti di più alle tue esigenze? Questi sono solo alcuni dei motivi che possono spingerci a recedere da un contratto sottoscritto con un operatore telefonico.

 Se anche tu ti sei trovato in una di queste situazioni e hai intenzione di recedere dal tuo contratto Telecom sei nel posto giusto, analizzeremo insieme tutti i passaggi per rendere la procedura di recesso contratto Telecom il più semplice e veloce possibile, evitandoti di incorrere in fastidiose penali.

Come recedere: tutti i passaggi

Anche se in apparenza può sembrare un’operazione complessa, in realtà la procedura di recesso contratto Telecom è molto semplice, basta seguire pochi e semplici passaggi. Vediamoli in dettaglio nelle righe che seguono.

Il primo passo per attivare la procedura di recesso è di andare sul sito Tim.it e visitare la sezione assistenza/moduli. Da qui è possibile scaricare diverse tipologie di modulistiche: quello per la richiesta di una nuova password o per la domiciliazione bancaria. Sono due i moduli che possono servirti per effettuare il recesso contratto Telecom:

 

  • Modulo recesso linea telefonica con telefono a noleggio

 

  • Modulo recesso linea telefonica senza telefono a noleggio

 

 

A seconda se Telecom ti avesse fornito un apparecchio telefonico nel momento della sottoscrizione del contratto.

Una volta individuato il modulo giusto devi scaricarlo cliccando su pulsante ‘scarica’; adesso devi stamparlo e compilarlo con le seguenti informazioni:

 

  • Nome

 

  • Cognome
  • Codice fiscale
  • Indirizzo
  • Numero di telefono che si intende disattivare

 

 

Una volta compilato il modulo fa spedito tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo indicato sul modulo stesso, ovvero:

TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma)

Insieme a una fotocopia del tuo documento di identità

La cessazione del contratto dovrebbe avvenire, salvo particolari problemi entro 15 giorni.

Recesso Contratto Telecom: i costi di disattivazione

Vediamo adesso quanto costa recedere dal contratto telefonico Telecom e se c’è il rischio di incorrere in fastidiose penali.

Il cosiddetto Decreto Bersani del 2007 garantisce agli utenti delle compagnie telefoniche la possibilità di recedere dai propri contratti in qualsiasi momento prima della scadenza del contratto senza dover pagare costose penali o spese non giustificate. Gli operatori, inoltre, non possono chiedere più di 30 giorni di preavviso. 

L’unico costo che chi disdice un contratto si trova a dover affrontare rientra nella categoria generale dei ‘costi di gestione dell’operatore, che corrispondono ai costi vivi che l’operatore deve affrontare per farvi recedere dal contratto che aveva sottoscritto con la compagnia.

I costi fissi di disattivazione che Telecom prevede sono

 

  • 35,81 euro se si ha sottoscritto un contratto con le linee voce o ADSL

 

  • 99,00 euro se si ha sottoscritto un contratto con la linea a fibra ottica

 

 

A questi costi fissi si deve aggiungere la liquidazione di tutte le utenze fino al momento della cessazione del contratto, i costi di allacciamento che eventualmente sono rimasti insoluti o eventuali penali se si recede anticipatamente dal contratto con vincoli temporali. 

Si può incorrere in altre penali se non si restituiscono gli apparecchi (modem, telefono, decoder noleggiati entro 30 giorni dalla cessazione del contratto. I dispositivi possono essere spediti via posta al seguente indirizzo Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics, Magazzino Reverse A22, Piazzale Giorgio Ambrosoli snc – 27015 Landriano (PV) allegando la documentazione necessaria contenente i tuoi dati e quelli del contratto:

  • Nome
  • Cognome
  • Numero di telefono 

In alternativa, ma solo se ti trovi a Roma, Milano, Palermo o Napoli puoi restituirli in uno dei seguenti punti vendita TIM:

  • ROMA: Viale Liegi, 31
  • MILANO: Piazza Cordusio snc – ang. Via Broletto
  • NAPOLI: Centro Direzionale – Isola A4
  • PALERMO: Via della libertà, 37/d

Fai attenzione che nessun Negozio TIM al di fuori di quelli indicati in questa lista è abilitato alla riconsegna dei telefoni di cui si è chiesta la cessazione del contratto di noleggio, pertanto, in nessun caso, potrà procedere al ritiro.

Nel caso di riconsegna di un modem dovrai necessariamente spedirlo a mezzo pacco postale all’indirizzo indicato in questa pagina o sul modulo di accompagnamento in quanto, per questo prodotto, non è prevista la consegna diretta presso un Negozio TIM.

Recesso contratto Telecom per passaggio ad altro operatore

Se stai recedendo dal tuo contratto Telecom Italia per passare ad un altro operatore l’operazione è ancora più semplice! Non devi fare altro che contattare il servizio clienti del fornitore al quale intendi passare e fornirgli il codice di migrazione che trovi sulla bolletta. 

Entro 10 giorni lavorativi  l’operazione di passaggio ad altro operatore sarà conclusa. Nel frattempo riceverai via posta dei documenti relativi al tuo nuovo contratto di fornitura che dovrai compilare e rispedire al mittente. 

In questo periodo dovrai anche restituire i dispositivi presi a noleggio come specificato nel paragrafo precedente

Diritto di ripensamento

Nel caso in cui tu abbia sottoscritto da meno di 14 giorni un contratto Tim per telefono e non all’interno di un negozio Tim hai diritto di procedere alla sua cessazione senza dover pagare i costi fissi. Ti basta scaricare e compilare il modulo di recesso apposito e inviarlo via posta a TIM Servizio Clienti Residenziali, Casella Postale 123 – 00054 Fiumicino (Roma)

O via fax al numero 800 000187

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Inizia a risparmiare in bolletta: internet, telefono, luce e gas.
Con FBC Italia le tue fatture sono sempre sotto controllo!