Quote fisse e costi fissi in bolletta: a quanto ammontano?

Team FBC

Quota fissa in bolletta: questa sconosciuta

Ti è mai capitato di andare via di casa qualche mese e al tuo ritorno, controllando la bolletta della luce o del gas, trovarla comunque con dei costi da pagare?

Questo avviene perché non paghiamo solo quello che consumiamo, magari fosse così, ma anche dei costi fissi o meglio, una quota fissa in bolletta, che non varia al variare dei consumi. È per questo che, tornati da una permanenza di qualche mese all’estero, ci ritroviamo comunque a dover pagare le bollette.

In questo articolo ti spieghiamo cosa si intende per quota fissa in bolletta, a quanto ammonta generalmente e come leggere una bolletta.

Perché paghiamo quote fisse in bolletta

Le quote fisse sono dei costi invariabili che sono compresi in ogni fattura che noi riceviamo, sia essa del telefono, dell’energia elettrica o del gas. La ragione principale della loro esistenza sta nel fatto che il fornitore di energia, per assicurare il servizio, deve affrontare dei costi fissi. Questi costi fissi, o quote fisse, sono previste dall’Autorità garante per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico e applicate in egual misura a tutti i fornitori di energia che operano sul mercato italiano.

A voler essere più specifici, le quote fisse in bolletta sono quei costi che il fornitore di energia deve affrontare per garantire un servizio efficiente a tutti i suoi clienti. Sono quindi quelle spese che si riferiscono al mantenimento dell’infrastruttura energetica che il vostro fornitore gestisce.

Per fare un paragone prendiamo ad esempio la tua casa: l’affitto equivale alla quota fissa, ogni mese sempre uguale, mentre la quantità di denaro che spendete in utenze e spese varie equivale ai costi variabili.

Nel prossimo paragrafo vediamo in dettaglio in cosa consistono le quote fisse in bolletta e come si differenziano dalle quote variabili.

Quote fisse: come leggere una bolletta

In questo paragrafo andiamo a vedere in dettaglio le varie voci della vostra bolletta della luce o del gas. Come abbiamo già visto, la quota fissa è il costo che paghiamo indipendentemente da ciò che consumiamo.

Le varie voci che compongono la bolletta sono:

  • La spesa per la materia prima che comprende una quota energia (variabile) che viene differenziata in fasce orarie e una quota fissa. La spesa per la materia prima è il costo sostenuto dal fornitore per acquistare l’energia, rivenderla e offrire ai propri clienti un servizio efficiente;
  • La spesa per il trasporto della materia energetica: in questa voce sono compresi i costi che il fornitore deve sostenere per assicurare il trasporto dell’energia;
  • La spesa per la gestione e manutenzione del contatore comprende le spese che il fornitore deve affrontare per installare, gestire ed effettuare la manutenzione dei contatori;
  • La spesa per gli oneri di sistema: hanno una componente fissa pari a 2,25 euro al mese stabilita dall’Autorità per l’energia, il gas e il sistema idrico di pari importo sia nel mercato tutelato sia in quello libero;
  • Imposte ovvero l’IVA e le accise. L’IVA viene applicata al costo totale della bolletta, mentre le accise vengono calcolate sulla quantità di energia consumata.

È opportuno specificare che le quote fisse sono decise e stabilite dall’Autorità per l’energia, il gas e il sistema idrico e sono uguali per tutti i fornitori che operano nel mercato dell’energia.

Il ruolo dell’Utility manager nella gestione delle utenze

Abbiamo visto come la gestione delle utenze sia una materia complessa in cui bisogna prestare alle diverse voci che compongono ogni singola fornitura. Complessità che aumenta quando si devono gestire più utenze contemporaneamente, pensa ad esempio a un complesso di abitazioni o a un’azienda. In questi casi avere a disposizione una figura formata professionalmente sul tema e in grado di indirizzare le scelte di consumo è di  grande aiuto. È qui che entra in gioco l’Utility manager, il vero e proprio esperto del settore delle utenze il quale, grazie alla sua conoscenza approfondita del mercato dell’energia, è in grado di scegliere per voi il fornitore energetico in grado di farvi risparmiare.

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Inizia a risparmiare in bolletta: internet, telefono, luce e gas.
Con FBC Italia le tue fatture sono sempre sotto controllo!