Costo energia elettrica al kWh per aziende: quanto è importante

Team FBC

Quando si ha da gestire un’impresa, sia piccola che di grandi dimensioni, uno dei fattori da tenere sempre in considerazione è il costo dell’energia elettrica al kWh. Questo elemento, infatti, rappresenta una componente che impatta molto sul bilancio aziendale e, di conseguenza, sui margini di profitto.

Il mercato delle utenze è diventato una vera e propria giungla: districarsi tra le varie offerte non è semplice. Ma è qui che interveniamo con il nostro articolo: vi parliamo del costo dell’energia al kWh nel mercato libero e nel mercato tutelato.

Costo energia elettrica kWh per aziende: mercato libero e tutelato

Il costo dell’energia a kWh cambia a seguito di diversi fattori: le tariffe sono diverse per aziende o famiglie o se si opera nel mercato libero o in quello tutelato. 

Costo energia elettrica kWh per aziende: mercato libero

Sono diversi i fornitori di energia elettrica presenti nel mercato libero: Sorgenia, Eni, Enel, Iren, solo per citarne alcuni. Vediamo in dettaglio i prezzi che propongono le compagnie:

  • Offerta Sorgenia Next E-Business Luce e Gas: luce a 0,062 €/kWh e gas a 0,21 €/Smc.

 

  • Offerta Eni Link Business: il costo della componente luce varia a seconda delle fasce orarie (F0: 0,062 €/kWh; F12: 0,065  €/kWh; F3: 0,056 €/kWh). Il gas ha il costo di 0,21 €/Smc.
  • Offerta Enel E-light Impresa luce e gas: anche in questo caso il prezzo della componente luce varia a seconda delle diverse fasce orarie (F0: 0,062 €/kWh; F1: 0,072 €/kWh; F23: 0,052 €/kWh), mentre il gas ha un costo di 0,22 €/Smc.
  • Offerta Iren 4 Business Luce e Gas: come nei casi precedenti il prezzo della luce dipende dalle fasce orarie (F0: 0,061 €/kWh; F12: 0,065 €/kWh; F3: 0,053 €/kWh); il gas ha un costo di 0,21 €/Smc.

 

Costo energia elettrica kWh per aziende: mercato tutelato

Anche se le offerte di energia elettrica e di gas del mercato tutelato sono rivolte principalmente alle utenze domestiche, chi è in possesso di partita IVA può accedere alle tariffe del mercato libero, a patto che si abbiano i seguenti requisiti:

  • Meno di 50 dipendenti;
  • Un fatturato inferiore ai 10 milioni di euro;
  • Le utenze connesse in bassa tensione.

I costi dell’energia per i clienti non domestici nel mercato tutelato, aggiornati a settembre 2020, sono i seguenti:

  • Tariffa monoraria: 0,048 €/kWh
  • Tariffa bioraria: F1 0,055 €/kWh; F23: 0,045 €/kWh.

Il costo del gas è invece di 0,122 €/Smc

Utenze aziendali e Utility manager

Se tutti questi numeri vi hanno fatto un po’ girare la testa e non sapete come gestire le vostre utenze aziendali la soluzione giusta è quella di affidarvi all’Utility Manager

Per quanto riguarda le imprese di grandi dimensioni, i fornitori non pubblicano i prezzi perché, solitamente, vengono formulati dei piani energetici specifici modellati sulle esigenze e le richieste del cliente.

Per queste ragioni è utile affidarsi all’Utility Manager: una figura innovativa nel settore; un vero e proprio manager che gestirà per voi il complesso mondo delle utenze.

È a lui che affiderete la scelta del fornitore e delle tariffe idonee alle vostre esigenze. È lui che risolverà tutti i problemi che potrebbero insorgere. Utilizzando le sue conoscenze, sviluppate seguendo un percorso professionale certificato da FBC Italia, l’Utility manager arriva al cuore dei problemi saltando tutti gli intermediari. 

Se vi abbiamo incuriosito, e se pensate che l’Utility manager sia la figura professionale che stavate cercando, contattateci per avere maggiori informazioni!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Inizia a risparmiare in bolletta: internet, telefono, luce e gas.
Con FBC Italia le tue fatture sono sempre sotto controllo!